Premessa pedagogica e tipologia del servizio

SEZIONE PRIMAVERA

La sezione Primavera è “il luogo dell’incontro tra la pedagogia del nido centrata sulla cura, la relazione e quella della scuola dell’infanzia caratterizzata da alfabeti, linguaggi, apprendimenti per superare una visione stereotipata e “meticciare” le due prospettive” (Loretta Lega).

La sezione Primavera, inserita all’interno della scuola dell’infanzia, è un servizio educativo dedicato ad accogliere bambini dai 24 ai 36 mesi.

Nasce dall’idea di dare alla fortissima domanda sociale delle famiglie, con bambini in tale fascia di età, una risposta alternativa e radicalmente diversa dall’anticipo alla scuola dell’infanzia, che tenga conto in primo luogo di ritmi, tempi e diritti dei bambini al fine di offrire un qualificato momento di preparazione e introduzione alla scuola dell’infanzia. Si tratta di un potenziamento e di una diversificazione dei servizi educativi per la fascia zero-tre anni.

Seguendo il processo di sviluppo e rispettando i ritmi naturali delle fasi di crescita, tutte le attività vengono proposte in forma ludica, essendo il gioco la principale attività del bambino.

Il gioco, infatti, è un aspetto essenziale nella vita del bambino; un’attività spontanea dalla quale si trae piacere, soddisfazione e divertimento.

L’attività ludica è considerata, in maniera ormai unanime, fondamentale per lo sviluppo emotivo, cognitivo, motorio, relazionale del bambino.

Con il gioco:

  • Impara e rafforza le proprie capacità comunicative;
  • Prende coscienza delle regole ed impara ad usarle, a comprenderne il significato e la necessità del ricorso ad esse;
  • instaura uno scambio particolarmente fecondo con la realtà esterna e con gli altri individui; si crea, in modo spontaneo e gioioso, una trasmissione di conoscenze, competenze, tecniche e abilità;
  • sviluppa la capacità di gestire e dominare le proprie emozioni;
  • impara a programmare e a fare progetti; a conoscere la realtà esterna e a relazionarsi con essa, a dotare di senso e significati il mondo che lo circonda;
  • impara a relazionarsi con gli altri e ad instaurare rapporti attivi, costruttivi, significativi;
  • sviluppa la propria creatività.