Home » Sezione Primavera 2-3 anni: Progetto Educativo

Sezione Primavera 2-3 anni: Progetto Educativo

“…ho fatto un sogno, che mi rimase profondamente impresso nella mente tutta la vita…”
San Giovanni Bosco.

La “Sezione Primavera” ha un progetto educativo che si basa su attività finalizzate allo sviluppo armonico del bambino.
Qui il bambino trascorrerà la giornata in modo gioioso e giocoso esplorando e sperimentando, acquisendo autonomia e indipendenza nel rispetto dei suoi tempi di crescita.

Molta importanza è data all’organizzazione dell’ambiente, curato nei particolari, costruito su misura e adatto a questa fascia d’età, così da offrire al bambino, attraverso piccoli dettagli, un messaggio di calore, d’affetto e di amore.

Sezione “Il Giardino dei Sogni”

dall’Anno scolastico 2008/2009

La sezione si rivolge, con una attenzione speciale ai bambini di 2-3 anni.

A questa età, infatti, cominciano a diventare consapevoli di un sempre maggiore bagaglio di esperienze, hanno bisogno di sentirsi sicuri e di capire cosa i” grandi”, gli adulti si aspettano da loro.

Seguendo il processo di sviluppo e rispettando i ritmi naturali delle fasi della crescita, possiamo vedere come la manipolazione, l’alimentazione, il controllo degli sfinteri, il linguaggio e la vasta gamma di giochi e di apprendimenti, sostengano e integrano gli aspetti della consapevolezza di sé.

Il progetto educativo, infatti, si basa su attività che sono finalizzate allo sviluppo armonico del bambino.

La giornata è scandita, in modo gioioso, mediante la ripetizione di routines che non devono essere intese come situazioni anonime, monotone e meccaniche, ma che costituiscono la caratteristica della regolarità in modo che si crei per il bambino un vero e proprio orientamento rispetto ai tempi della giornata, per dargli sicurezze nell’affrontare le esperienze.

Ecco una giornata tipo della sezione:

In previsione servizio di pre e dopo scuola

Dalle 7.30-9.00/ 16.00-18.00

  •  Ore 9.00/9.20 Accoglienza- ingresso                 
  •  Ore 9.30 Spuntino di frutta
  •  Ore 10.00/11.15 Attività libera o strutturata
  •  Ore 11.15/11.45 Cambio e preparazione per il pranzo
  •  Ore 11.45/12.15 Pranzo
  •  Ore 12.15/12.45 Gioco libero
  •  Ore 12.45/15.00 Nanna
  •  Ore 15.00/15.30 Risveglio
  •  Ore 15.30/15. 50 Aspettiamo mamma e papà!

Molta importanza è data all’organizzazione dell’ambiente della sezionestessa, in modo da offrire al bambino motivi e occasioni per attività varie,

gioco e lavoro, infatti, l’ambiente deve essere curato nei particolari e trasmettere, anche attraverso i piccoli dettagli, un messaggio di calore, d’affetto e di amore.

Deve essere il luogo in cui il bambino può esprimere se stesso e i propri ritmi di apprendimento senza essere disturbato, bloccato o sollecitato da ritmi frenetici ed imposti dall’adulto, deve essere il luogo dove esercitare, con serenità, la sua progressiva autonomia.

Per quanto detto l’ambiente sarà:

o      Proporzionato alle capacità mentali e operative del bambino per consentirgli un’attività autonoma e una partecipazione diretta alla cura dell’ambiente stesso;

o      Misurato e ordinato per favorire la concentrazione e l’interesse;

o      Sereno e armoniosoperché ciascun bambino possa esprimere le proprie potenzialità, concentrarsi sul proprio lavoro e stabilire relazioni con gli altri;

o      Predisposto, con cura nei particolari e organizzato in zone di esplorazione nelle quali il bambino possa orientarsi nelle scelte, infatti un ambiente così strutturato favorisce l’esperienza autonoma di ciascun bambino, rafforza l’autostima per la maturazione dell’identità e la capacità di iniziativa, sollecita comunicazioni e relazioni interpersonali , favorisce la concentrazione individuale e attiva i rapporti di reciproco aiuto contribuendo alla formazione di sentimenti, di amore e rispetto per l’ambiente per le cose e per gli altri;

o      Differenziato per rispondere con puntualità alle diverse esigenze dei bambini;

o      Comunicativo per favorire le relazioni tra i bambini all’interno della sezione.

Grande importanza, dunque, in questa fase di crescita del bambino è l’ambiente, attraverso un ambiente semplice, costruito su misura per lui.

Dove il bambino vive, gran parte della giornata, lavora, gioca, per questo deve cercare di offrire, più che la comodità, la familiarità ed il suo aspetto complessivo devono suscitare interesse e piacere sia ai bambini che all’educatore.

L’ambiente, infine deve essere finalizzato alle funzioni, alle esigenze dei bambini e alle finalità educative, deve promuovere lo sviluppo e le loro competenze per raggiungere gli obiettivi cognitivi, affettivi e relazionali.

Ecco i vari “spazi” nella sezione

 

o      Angolo morbidoè un angolo raccolto e tranquillo, composto datappeti e cuscini, in cui i bambini possono riposare, sfogliare libri,riviste ecc…

o      Angolo delle costruzionii bambini possono esplorare attraverso la manipolazione e riconoscere caratteristiche percettive dominanti, quali il colore, la forma e la dimensione

o      Angolo della cucinac’è una cucina–giocattolo, con tutti gli strumenti,  dalle pentole, ai piatti, alle posate ecc… E’ un gioco simbolico, in cui i bambini rivivono aspetti della vita quotidianainfatti usano oggetti domestici, familiari, fanno finta di cucinare, pulire preparare il pranzo…

o      Angolo dei travasi: dove i bambini hanno a disposizione colini, imbuti, matterelli, stampini contenitori di varie dimensioni. Si vuole sviluppare l’area manipolativa, cioè la percezione sensoriale, tattile, visiva, pressoria ecc. e si vuole semplicemente soddisfare il piacere del fare.

o      Angolo della pittura: il bambino indossa il grembiulino per poter pitturare sul cavalletto. Si vuole far conoscere al bambino i vari colori e affinare la coordinazione del movimento della mano

(coordinazione oculo-manuale) anche attraverso l’utilizzo del pennello. Pitturando, il bambino scopre il piacere di lasciare una traccia di sé sul foglio.

o      Postazioni al tavolosi tratta di vassoi di legno che possono essere utilizzati da un bambino alla volta seduto al tavolo. Il contenuto varia, a seconda delle abilità. Possono avere il vassoio  dell’incollo ,vassoio per colorare ecc… servono per sviluppare le capacità cognitive, manipolative ed espressive.

Il pranzo, forte momento educativo della giornata, viene preparato all’interno della struttura, gli alimenti vengono consegnati crudi e la cuoca seguendo le indicazioni dell’ASL, sia per le grammature che per la cottura, si occupa della preparazione degli stessi ( eventuali cambiamenti al menù possono essere richieste dai genitori, ma debitamente certificate).

Nella sezione occorre rispettare alcune semplici regole che permettono ai bambini i essere più indipendenti e di sviluppare la responsabilità: il bambino è libero di scegliere il materiale e l’attività che desidera, è libero di usarlo per tutto il tempo che vuole, purchè lo tratti con rispetto e dopo l’uso lo riponga dove lo ha trovato, è tenuto a rispettare i vari  angoli  e a riordinandoli al termine di ogni attività.

Altri spazi…indispensabili

o      Angolo della “nanna” 

La scuola predispone un locale attrezzato ed accogliente per il riposo pomeridiano dei bambini ( il corredo dei lettini è fornito dalla scuola stessa ), i servizi igienici attigui sono di recente costruzione e adeguati all’età dei bambini oltre che muniti di fasciatoi.

o      Angolo del gioco all’aperto: dalla sezione si accede, passando dallo spogliatoio d’entrata, ad un cortile esterno e ad un giardinetto arredato per favorire il gioco libero e quello strutturato.